Posizione: Home > Barasso


In provincia di Varese
Ristoranti a Varese e provinciaAgriturismo in provincia di Varese
Pizzerie Varese
Bed & Breakfast VareseProdotti tipici della provincia di Varese
Pasticcerie in provincia di VareseBar in provincia di Varese
Comuni della provincia di Varese
Itinerari Varese e provinciaEventi a Varese e provincia Mercati rionali in provincia di Varese

Proposte turistiche Italia ed estero



Pubblicità


Gastronomia vicentina: baccalà alla vicentina in provincia di VareseGastronomia vicentina: baccalà alla vicentina in provincia di Varese


Salumi tipici della provincia di VareseSalumi tipici della provincia di Varese


Profumi & Sapori - Cesti regalo natalizio



Marino Sanvito Fotografia: servizi fotografici per matrimonioMarino Sanvito Fotografia: servizi fotografici per matrimonio

Vendesi baita Bracchio di Mergozzo (Verbania - Lago Maggiore)








Elenco Comuni provincia di Varese



Barasso


PRESENTE NEI SEGUENTI ITINERARI:
Itinerario Parco Campo dei Fiori



Come raggiungere Barasso

| mappa satellitare Come raggiungere Barasso



Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Barasso, chiesa Parrocchiale (1)
Foto 1: didascalia
Barasso, chiesa Parrocchiale

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Barasso deriva da un vocabolo della lingua celtica, bar, che secondo alcuni cultori di storia locale significherebbe “luogo alto”.

Il paese sorge su tre ripiani del declivio del Campo dei Fiori e confina con Comerio, paese con il quale rimase legato amministrativamente dal 1927 al 1957, con Oltrona al Lago, con Morosolo, con Luvinate e con Cabiaglio.

Il centro abitato si trova lungo la strada provinciale che porta da Varese a Gavirate.

Attualmente rinomato a livello internazionale grazie alla presenza in paese della fabbrica che produce pipe, Barasso ha un’antica origine romana, come molti altri centri abitati del Varesotto, e viene evangelizzato nei secoli III e IV grazie alla presenza di alcuni sacerdoti mandati dai vescovi di Milano e di Como.

Durante il periodo longobardo, Barasso viene citato in un documento del 725, con il quale il re Liutprando dona numerose terre del Varesotto ai monaci agostiniani, in segno di devozione verso sant’Agostino che, nel 357, aveva soggiornato in questi posti, precisamente a Casciago, per guarire da una malattia e prepararsi a ricevere il Battesimo.

Barasso è un esempio di come storia civile e storia religiosa si sovrappongano fino a quasi confondersi in molti paesi della Lombardia.
Le informazioni sul paese derivano da indagini promosse dalla comunità parrocchiale, soprattutto a proposito delle origini di san Nicone, oggetto di una lunga contesa con i paesi limitrofi Comerio e Besozzo in quanto i tre comuni hanno rivendicato per secoli la paternità di questo santo.



Legenda foto
1: Foto Luca Marchioro - Itinerari e Sapori
FL s.a.s.: promozione e marketing su portale itinerariesapori.it
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori
Gli Amici di Itinerari e Sapori su Facebook

Cerca nel sito

Created by Zerboni.com


Newsletter

ISCRIVITI



Forum Il Parlatoio - Itinerari e Sapori


Italia Foodball Club










Alberghi, ristoranti, produttori e rivenditori di prodotti tipici, agriturismo in Italia
Attività segnalate in Italia