Posizione: Home > Bregano


In provincia di Varese
Ristoranti a Varese e provinciaAgriturismo in provincia di Varese
Pizzerie Varese
Bed & Breakfast VareseProdotti tipici della provincia di Varese
Pasticcerie in provincia di VareseBar in provincia di Varese
Comuni della provincia di Varese
Itinerari Varese e provinciaEventi a Varese e provincia Mercati rionali in provincia di Varese

Proposte turistiche Italia ed estero



Pubblicità


Gastronomia vicentina: baccalà alla vicentina in provincia di VareseGastronomia vicentina: baccalà alla vicentina in provincia di Varese


Salumi tipici della provincia di VareseSalumi tipici della provincia di Varese


Profumi & Sapori - Cesti regalo natalizio



Marino Sanvito Fotografia: servizi fotografici per matrimonioMarino Sanvito Fotografia: servizi fotografici per matrimonio

Vendesi baita Bracchio di Mergozzo (Verbania - Lago Maggiore)








Elenco Comuni provincia di Varese



Bregano


PRESENTE NEI SEGUENTI ITINERARI:
Itinerario Lago Biandronno Lago Monate Lago Comabbio



Come raggiungere Bregano

| mappa satellitare Come raggiungere Bregano

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Bregano, chiesa parrocchiale (1)
Foto 1: didascalia
Bregano, chiesa parrocchiale

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Bregano si trova su di una collina che sovrasta il Lago di Biandronno.

Chi vi capita per la prima volta, dopo essere salito lungo la strada che percorre tutto il paese, non può non essere sorpreso dalla bellezza del pianoro che si incontra quando termina la via, dove sorge la chiesa parrocchiale dedicata a Maria Assunta, con davanti la bella villetta parrocchiale, da cui si domina l’intero paese e la vallata che scende fino al Lago di Varese: ci si trova completamente immersi nel verde e circondati da boschi, nel punto più alto di un paese, ricordato anche dallo storico lombardo Cesare Cantù, nel 1858, ricordava con queste parole: “Sopra un’altura grandeggia Bregano colla chiesa detta di Santa Maria del Monte risalgono al tempo in cui gli antichi palafitticoli che abitavano le zone paludose limitrofe al Lago di Varese decisero di abbandonarle a causa del clima umido, per spostarsi verso le alture dell’interno, dove oggi sorgono Bodio, Gavirate e Biandronno e dove, ancora più in alto, si trova l’abitato di Bregano.”

Le notizie storiche sull’attuale chiesa parrocchiale di Maria Assunta risalgono almeno al 1230, secondo quanto si evincerebbe da una lapide ritrovata nei pressi della chiesa, e inoltre per il ritrovamento di alcune tombe pagane e cristiane, avvenuto nel 1923 Murata nella chiesa si può osservare una lapide spezzata, certamente molto antica, tanto che la Sovrintendenza alle Antichità, nel 1941, sosteneva che la lapide è “indubbiamente romana”, mentre lo stesso ente sarà molto più prudente nel 1974, ritenendola “una iscrizione funebre…sembra di epoca longobarda”.

Bregano: Lago di Biandronno (delimitato dalla linea rossa); poco distante il Lago di Varese (2)
Foto 2: didascalia
Bregano: Lago di Biandronno (delimitato dalla linea rossa); poco distante il Lago di Varese

Straordinario il numero dei pellegrini convenuti a Bregano in occasione della “festa d’agosto”, come veniva chiamata: 40.000 nella settimana di ferragosto del 1945 e 25.000 nella sola giornata del 15 agosto e questo nonostante i contrasti fra l’autorità ecclesiastica e chi voleva approfittare della festa religiosa per quella baldoria cui abbiamo accennato, giudicata dai parroci occasione di immoralità. Oggi purtroppo la solennità dell’Assunta è rimasta soltanto la festa patronale della parrocchia, con un concorso di fedeli limitato agli abitanti del paese.
Sottoposta alla parrocchia di Biandronno fino al XIX secolo, nel 1898 Bregano ottiene dall’arcivescovo di Milano, il cardinale Andrea Ferrari, un sacerdote residente, don Cesare Romano, che va ad abitare a Bregano nel corso dello stesso anno; finalmente, il 25 febbraio 1942, l’allora arcivescovo cardinale Ildefonso Schuster firma il decreto di erezione ecclesiastica della parrocchia di Bregano, e domenica 23 maggio c’è l’ingresso ufficiale del parroco, don Felice Guglielmetti.

L’insistenza sulla storia del santuario di Maria Assunta non è casuale, ma dipende dal fatto che esso costituisce l’asse portante della storia del paese, rimasto piccolo e forse proprio per questo immune da quegli scempi urbanistici che Bregano non ha conosciuto, conservando così l’antica bellezza naturale.

Legenda foto
1, 2: Foto Luca Marchioro - Itinerari e Sapori
FL s.a.s.: promozione e marketing su portale itinerariesapori.it
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori
Gli Amici di Itinerari e Sapori su Facebook

Cerca nel sito

Created by Zerboni.com


Newsletter

ISCRIVITI



Forum Il Parlatoio - Itinerari e Sapori


Italia Foodball Club










Alberghi, ristoranti, produttori e rivenditori di prodotti tipici, agriturismo in Italia
Attività segnalate in Italia