Posizione: Home > Itinerari > Itinerario Fiume Olona > Gornate Olona

In provincia di Varese

Ristoranti a Varese e provinciaAgriturismo in provincia di Varese
Pizzerie Varese
Bed & Breakfast VareseProdotti tipici della provincia di Varese
Pasticcerie in provincia di VareseBar in provincia di Varese
Comuni della provincia di Varese
Itinerari Varese e provinciaEventi a Varese e provincia

Proposte turistiche Italia ed estero



Pubblicità


Accoglienza famigliare:
Cucina casalingaAgriturismo Il Pascolo: Accoglienza famigliare, cucina casalinga


Profumi & Sapori: vendita prodotti agroalimentari
Profumi £ Sapori: vendita prodotti agroalimentari


Profumi & Sapori - Cesti regalo natalizio



Vendesi baita Bracchio di Mergozzo (Verbania - Lago Maggiore)







Itinerario Fiume Olona


Gornate Olona


Come raggiungere Gornate Olona

Come raggiungere Gornate Olona


Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Gornate Olona: Monastero di Torba (1)
Foto 1: didascalia
Gornate Olona: Monastero di Torba

Caratteristiche del territorio

  • Superfìcie del territorio: 4,78 Kmq
  • Altitudine: 303 m s.l.m.
  • Distanza da Varese: 12 Km
  • Patrono: San Vittore Martire

Cenni storici

Sulla destra del percorso del fiume Olona si trova il comune di Gornate Olona, lungo la strada che collega Lozza con Cairate.

Secondo Dante Olivieri, nel Dizionario di Toponomastica Lombarda, il nome di Gornate non potrebbe essere separato dal termine Gorno, per cui si può pensare a Gorgan at oppure a Gorgon at, e la matrice originaria delle due parole sarebbe da cercare nella parola tedesca Gor, che significa stagno, palude.

L’arcivescovo di Milano, il cardinale Ildefonso Schuster, lo definì castrum coronatum, cioè accampamento coronato, definizione che attesta la presenza di soldati romani nella zona di Gornate, avvalorata dalla scoperta di cimeli romani e anche da un’ara.
Si sa che Cornelio Scipione e Marco Aurelio occuparono questo paese e il Contado del Seprio, al cui territorio Gornate Olona appartiene.

Di origine medioevale, anche se successivamente e più volte ristrutturata, è la parrocchiale dedicata a San Vittore

Fuori dal centro abitato, in una zona completamente boschiva, si trova la chiesa della Madonnetta, risalente al XVII secolo, con un notevole dipinto sulla facciata, raffigurante la Madonna con Gesù Bambino e con gli angeli in coro.

(2) Gornate Olona: Chiesa della Madonnetta, (3) Gornate Olona: Chiesa Parrocchiale
Foto 2, 3: didascalie
(2) Gornate Olona: Chiesa della Madonnetta, (3) Gornate Olona: Chiesa Parrocchiale

Principale attrattiva

Monastero di Torba
Gornate Olona: Monastero di Torba (4)
Foto 4: didascalia
Gornate Olona: Monastero di Torba

Nel territorio di Gornate Olona, lungo il confine con Castelseprio, si trova il complesso monumentale conosciuto come ex monastero di Torba, che è il nome della frazione di Gornate.
Questo complesso monumentale si costruisce attorno a una torre risalente al V-VI secolo d.C. e venne originariamente utilizzato come castrum romano, gotico e poi longobardo, prima di passare da un uso militare ad uno religioso, in seguito all’ingresso nella struttura di alcune monache.
La presenza di un monastero è attestata da un documento del 22 dicembre 1049 con il quale l’arcivescovo ambrosiano Guido da Velate dona alle monache del Sacro Monte di Varese un “…monasterio qui dicitur Turba”, anche se gli affreschi di soggetto religioso rinvenuti all’interno della torre risultano più antichi di tre secoli rispetto al monastero.
Le monache vengono presentate dagli storici come appartenenti all’ordine benedettino, ma l’affermazione risulta in contrasto con la donazione dell’arcivescovo Guido da Velate alle monache del Sacro Monte, in quanto queste ultime non erano benedettine.
Comunque le monache abbandonarono il Monastero nel 1510, come attesta un documento del 4 febbraio di quell’anno relativo appunto al loro trasferimento a Tradate, nella Casa Conti donata dal padre di una delle monache, Ubertetto Pusterla.
Il motivo del trasferimento sembra dovuto al fatto che il monastero si trovava in un luogo paludoso, nei pressi del fiume Olona, causa di molte malattie per le monache che vi abitavano.
Dopo il trasferimento delle monache a Tradate, il monastero venne abitato dai contadini locali, fino al 1970, quando l’ultima famiglia abbandonò il monastero.
Da allora il complesso di Torba è diventato di proprietà del FAI (Fondo Ambiente Italiano), che negli anni successivi curerà un graduale restauro degli edifici
.


COMMENTI
  • 16 febbraio 2014
    Ciao a tutti!
    Luca
    Castiglione Olona



Commenti

Utilizzate il seguente modulo per inserire un vostro commento o considerazione, purchè non sia ingiurioso o volgare.
La pubblicheremo al più presto. Grazie.





(non verrà pubblicata)
! Informativa !

I dati immessi verranno trattati ai sensi dell’articolo 13 del D.lgs 196/2003

Tasti invio/cancella dati inseriti




Legenda foto
1, 2, 3, 4: Foto Luca Marchioro - Itinerari e Sapori
FL s.a.s.: promozione e marketing su portale itinerariesapori.it
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori

Sei nell' Itinerario Fiume Olona Itinerario fiume Olona



Cerca nel sito

Created by Zerboni.com



Newsletter

ISCRIVITI


Forum Il Parlatoio - Itinerari e Sapori


Italia Foodball Club












Alberghi, ristoranti, produttori e rivenditori di prodotti tipici, agriturismo in Italia
Attività segnalate in Italia