Posizione: Home > Itinerari > Itinerario Parco del Ticino > Golasecca

In provincia di Varese

Ristoranti a Varese e provinciaAgriturismo in provincia di Varese
Pizzerie Varese
Bed & Breakfast VareseProdotti tipici della provincia di Varese
Pasticcerie in provincia di VareseBar in provincia di Varese
Comuni della provincia di Varese
Itinerari Varese e provinciaEventi a Varese e provincia Mercati rionali in provincia di Varese

Proposte turistiche Italia ed estero

Pubblicità


Gastronomia vicentina: piatti tipici prontiGastronomia vicentina: piatti tipici pronti


Profumi & Sapori - Cesti regalo natalizio



Vendesi baita Bracchio di Mergozzo (Verbania - Lago Maggiore)




Itinerario Parco del Ticino


Golasecca


Come raggiungere Golasecca

Come raggiungere Golasecca


Golasecca

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Chiesa parrocchiale (1)
Foto 1: didascalia
Chiesa parrocchiale

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Comune situato sulla riva del fiume Ticino, nella parte sud–occidentale della provincia, Golasecca ha sapientemente sfruttato le risorse del proprio territorio, incentrando fino agli anni Sessanta la propria economia sulla pesca e la costruzione di barche, vocazione sulla quale ha poi innestato attività industriali diverse, dal settore tessile a quello meccanico ed edile, non trascurando però anche l’importante fonte di reddito derivante dal turismo.

I ritrovamenti archeologici più noti compiuti nella provincia di Varese, ma che interessano una vasta area dell’Italia del nord per la loro rilevanza storica, sono quelli che hanno fatto ipotizzare una cultura detta appunto di Golasecca.
Poco fuori dell’abitato, infatti, in località Monsorino, è venuta alla luce una necropoli che gli esperti hanno giudicato databile al 750–600 a. C. e che al suo interno conservava urne cinerarie a forma di doppio cono, decorate con motivi geometrici e un tracciato formato di pietre che richiama la pianta del Tesoro di Atreo di Micene.
Le attività della popolazione di Golasecca dovevano incentrarsi soprattutto sulla lavorazione del ferro e dei metalli, a giudicare dalle fucine che sono state scoperte in loco.
Le tracce di questa civiltà sono diffuse in un’area vastissima che va dal Piemonte al Veneto, ma si può considerare come punto originario della sua estensione proprio il territorio di Golasecca, con la località limitrofa di Ispra, passando per Castelletto Ticino fino a Sesto Calende e ad Ascona.

Le tracce della storia di Golasecca si perdono, a partire dal III secolo a.C., per un periodo di tempo lunghissimo.
Le uniche testimonianze del passato che ci sono pervenute consistono in poche opere d’arte presenti sul territorio comunale, delle quali soltanto una, la chiesa di San Michele, riveste un interesse storico.

(2) Chiesa di San Michele; (3) Il Ticino a Golasecca
Foto 2, 3: didascalia
(2) Chiesa di San Michele; (3) Il Ticino a Golasecca

L’edificio di culto più importante è però la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, edificata nel 1849 ad una sola navata, a cui si sono aggiunte in seguito due navate laterali.
Altro edificio religioso interessante è la chiesa di San Michele del quale rimangono però soltanto i ruderi di questo edificio sacro, originariamente romanico e databile all’XI secolo, a cui vennero aggiunte nel corso del Seicento e del Settecento altre strutture architettoniche, come il porticato e la facciata.
All’interno sono presenti affreschi risalenti all’XI secolo e raffiguranti l’inferno, oltre a una Crocifissione e a un Arcangelo San Michele del XV secolo.
Vanno ricordate inoltre le antiche cappelle votive, come quella posta in località Molinaccio, sorte in prossimità dei corsi d’acqua a protezione di coloro che svolgevano le attività fluviali più consuete come i pescatori e i barcaioli.

Anche oggigiorno il passaggio fluviale di Golasecca, continua a rivelarsi importante dal punto di vista dell’equilibrio ambientale e idrogeologico.
Lungo il corso del fiume viene praticata la pesca sportiva e sono ancora numerose le specie di uccelli acquatici che è possibile ammirare.

Legenda foto
1, 2, 3: Foto Luca Marchioro - Itinerari e Sapori
FL s.a.s.: promozione e marketing su portale itinerariesapori.it
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori
Gli Amici di Itinerari e Sapori su Facebook

Sei nell' Itinerario Parco del Ticino Itinerario Parco del Ticino




Cerca nel sito

Created by Zerboni.com


Newsletter

ISCRIVITI


Forum Il Parlatoio - Itinerari e Sapori


Italia Foodball Club












Alberghi, ristoranti, produttori e rivenditori di prodotti tipici, agriturismo in Italia
Attività segnalate in Italia