Posizione: Home > Itinerari > Itinerario Valceresio > Bisuschio

In provincia di Varese

Ristoranti a Varese e provinciaAgriturismo in provincia di Varese
Pizzerie Varese
Bed & Breakfast VareseProdotti tipici della provincia di Varese
Pasticcerie in provincia di VareseBar in provincia di Varese
Comuni della provincia di Varese
Itinerari Varese e provinciaEventi a Varese e provincia Mercati rionali in provincia di Varese

Proposte turistiche Italia ed estero

Pubblicità


Gastronomia vicentina: piatti tipici prontiGastronomia vicentina: piatti tipici pronti


Profumi & Sapori - Cesti regalo natalizio



Vendesi baita Bracchio di Mergozzo (Verbania - Lago Maggiore)




Itinerario Valceresio


Bisuschio


Come raggiungere Bisuschio

Viaggi, turismo, vacanze, week-end, ristoranti, hotel, agriturismi, prodotti alimentari tipici: Come raggiungere Bisuschio


Bisuschio

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Bisuschio, Villa Cicogna Mozzoni (1)
Foto 1: didascalia
Bisuschio, Villa Cicogna Mozzoni

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Comune della Valceresio, a uguale distanza da Induno Olona e da Porto Ceresio, Bisuschio dista soltanto sei chilometri dal confine svizzero del Lago di Lugano, così che il frontalierato costituisce una delle fonti principali per l'economia locale, come accade per la maggioranza dei comuni limitrofi e per quelli che confinano con il Canton Ticino nei diversi punti della provincia di Varese.

II nome sembra derivare dal latino bis-ustum, che significa arso due volte, e questo avvalora l'ipotesi che vuole Bisuschio fondata dai Romani, mentre successivamente entra a far parte del contado del Seprio, al quale rimarrà legato fino alla distruzione di Castel Seprio nel 1287.
Diviene quindi parte del feudo della vicina Arcisate, per poi passare, nel 1484, alla famiglia Arcimboldi e quindi alla famiglia Mozzoni-Cicogna.

I Mozzoni influiranno profondamente nella vita civile del paese.
Profughi da Milano intorno al 1250, in seguito alla vittoria dei Torriani nella battaglia di Camporgnano, i Mozzoni decidono di restare a Bisuschio anche dopo la definitiva sconfitta della famiglia Torriani, anzi acquistano la maggior parte delle terre del paese dai nobili Castiglione.
Nella seconda metà del XV secolo iniziano la costruzione di Villa Cicogna, l'attuale splendida villa rinascimentale che costituisce il più importante monumento del paese.

Nel 1530 i Mozzoni faranno abbattere e ricostruire le case di Bisuschio, secondo uno stile coerente con quello della villa, e trentacinque anni più tardi fanno cominciare i lavori per la costruzione dell'attuale chiesa parrocchiale dedicata a San Giorgio.
Sarà quindi il matrimonio fra Angela Mozzoni e il conte Giovanni Pietro Cicogna, avvenuto nel 1580, a consolidare la presenza della famiglia a Bisuschio e dare il nome, pervenuto fino ai giorni nostri, alla villa.

Le chiese di Bisuschio

(2) Bisuschio: Chiesa San Giuseppe, (3) Bisuschio: Chiesa parrocchiale, (4) Bisuschio: Lazzaretto
Foto 2, 3, 4: didascalia
(2) Bisuschio: Chiesa San Giuseppe, (3) Bisuschio: Chiesa parrocchiale, (4) Bisuschio: Lazzaretto

La prima chiesa in ordine cronologico edificata a Bisuschio, oggi dedicata a San Giuseppe, ma un tempo a San Dionisio o Dionigi.
Esisteva giá nel 1200, ed è l’unica del paese elencata nel titer sanctorum mediolani del 1288-1331 del cronista Goffredo da Bussero.

La Chiesa Parrocchiale dedicata a San Giorgio è stata donata alla comunitá dalla famiglia Cicogna-Mozzoni che l’aveva fatta costruire a partire dal 1565.
Nello stesso anno iniziano i lavori di costruzione della casa parrocchiale, le cui spese sono a carico della famiglia Mozzoni Cicogna e della comunitá. Lo stemma nobiliare rimane ancora oggi sulla facciata della casa.
Successivi abbellimenti e ampliamenti non alterano la struttura originaria e anche lo stile dell’interno è rimasto sostanzialmente quello cinquecentesco.

Sulla via che porta al Camposanto si trova la terza chiesa del paese, costruita nel 1746 per iniziativa della comunitá di Bisuschio e di alcuni benefattori della localitá del Lazzaretto, perché venivano portati i malati contagiosi.

In una splendida posizione dal punto di vista panoramico si trova la frazione di Pogliana, situata a 500 metri di altezza in un’isola naturale ancora ben conservata.

Nonostante la sua economia rimanga strettamente legata al frontalierato, dopo la seconda guerra mondiale Bisuschio ha visto sorgere numerose industrie, e altre nel settore dell’edilizia e in quello della tessitura, sancendo un discreto sviluppo economico al paese.

Principale attrattiva

Villa Cicogna Mozzoni

E una delle piú belle ville della Lombardia, con il suo giardino delizioso, con le sue serre che occupano parte della collina sovrastante, con il porticato arricchito da affreschi di notevole valore artistico, eseguiti dai fratelli Campi di Cremona e dalla loro scuola e con la ricca biblioteca all’interno della stessa villa.

Legenda foto
1: Foto Archivio Provincia di Varese - Servizi Fotografici a cura di SIAF CNA Varese
2, 3, 4: Foto Luca Marchioro - Itinerari e Sapori
FL s.a.s.: promozione e marketing su portale itinerariesapori.it
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori
Gli Amici di Itinerari e Sapori su Facebook

Sei nell' Itinerario Valceresio Itinerario Valceresio




Cerca nel sito

Created by Zerboni.com



Newsletter

ISCRIVITI


Forum Il Parlatoio - Itinerari e Sapori


Italia Foodball Club












Alberghi, ristoranti, produttori e rivenditori di prodotti tipici, agriturismo in Italia
Attività segnalate in Italia