Posizione: Home > Itinerari > Itinerario Valceresio > Brusimpiano

In provincia di Varese

Ristoranti a Varese e provinciaAgriturismo in provincia di Varese
Pizzerie Varese
Bed & Breakfast VareseProdotti tipici della provincia di Varese
Pasticcerie in provincia di VareseBar in provincia di Varese
Comuni della provincia di Varese
Itinerari Varese e provinciaEventi a Varese e provincia Mercati rionali in provincia di Varese

Proposte turistiche Italia ed estero

Pubblicità


Gastronomia vicentina: piatti tipici prontiGastronomia vicentina: piatti tipici pronti


Profumi & Sapori - Cesti regalo natalizio



Vendesi baita Bracchio di Mergozzo (Verbania - Lago Maggiore)




Itinerario Valceresio


Brusimpiano


Come raggiungere Brusimpiano

Viaggi, turismo, vacanze, week-end, ristoranti, hotel, agriturismi, prodotti alimentari tipici: Come raggiungere Brusimpiano


Brusimpiano


Salute e benessere a Brusimpiano:

Centro olistico Luce



Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Brusimpiano, imbarcadero (1)
Foto 1: didascalia
Brusimpiano, imbarcadero

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Il territorio del comune di Brusimpiano si dispiega dalle rive del Lago di Lugano fino ai fianchi delle colline che dominano il paese, sui quali sorge la frazione di Ardena, dalla quale si può ammirare lo specchio lacuale sottostante. La superficie del comune non è vasta, ma è ricca di bellezze naturali e di sentieri che permettono di scoprirla.
Il paese è diviso in due dal torrente Trailo, lungo il quale si trova una vecchia miniera, la Teresina. Si tratta di un giacimento di galena, un minerale costituito da piombo e argento scoperto nel 1850 ed estratto a partire dal 1861 fino alla fine del secolo, quando la miniera venne poi abbandonata. La presenza della miniera è indicativa del fatto che la Valceresio, della quale Brusimpiano è il comune più settentrionale, è un’area caratteristica dal punto di vista mineralogico e degli accumuli fossiliferi.

La denominazione Brusimpiano pare derivare dal greco bruxino (“stretto”, “fauce”),da cui bruxino a plano, ovvero “stretta penisola pianeggiante”, un toponimo di probabile origine bizantina. Il nome della frazione Ardena (che si ritrova scritto anticamente come Ardenna) discende verosimilmente dal verbo ardere, con riferimento ai consueti incendi che scoppiavano in questa area silvestre.

La storia di Brusimpiano non è molto diversa da quella dei paesi della medesima provincia: il borgo faceva parte del Contado del Seprio nel Medioevo, feudo posseduto prima dalla casata dei Torrioni, passato di mano ai Visconti durante il Rinascimento. Con la salita al governo da parte di Maria Teresa d’Austria il possedimento va ai Borromeo Arese e in seguito alla famiglia Litta.

Brusimpiano, dipinto (2)
Foto 2: didascalia
Brusimpiano, dipinto

Dal punto di vista architettonico Brusimpiano ospita edifici da non trascurare, come la Villa Sormani, di probabile origine seicentesca, posta in quello che era il centro originario del paese. Si trova poi il Palazzo in “strada per Brusimpiano”, posto all’incrocio della strada che conduce al Santuario della Madonna Miracolosa. È interessante anche la chiesa dell’Annunciazione, con il singolare campanile separato dalla chiesa e unito alla casa parrocchiale. Brusimpiano ospita anche una curiosità: una caverna che fu dimora di un eremita, tale padre Francesco Coglie, vissuto dal 1629 al 1692. Egli era uno dei tanti anacoreti presenti nel territorio e che comunicavano tra loro suonando un particolare corno.
Le viuzze del borgo sono molto caratteristiche, infatti sono state affrescate con dipinti a tema sacro da parte di pittori locali a seguito delle numerose calamità occorse al paese nel corso degli anni.

Brusimpiano è un paese lacustre e per questo motivo non poteva che fondare la sua economia sulla pesca, tanto che venne fondata una Unione Pescatori del Ceresio e un complesso di pescicoltura, quest’ultimo aperto nel 1929. Parte della forza lavoro del paese si dirige poi giornalmente verso la Svizzera, permettendo così di ridurre l’emigrazione degli abitanti. In ultimo, è ben attivo il settore turistico, grazie alle bellezze del lago e del borgo, capaci di attirare un buon numero di visitatori.

>> Galleria di immagini

Legenda foto
1, 2: Foto Luca Marchioro - Itinerari e Sapori
FL s.a.s.: promozione e marketing su portale itinerariesapori.it
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori
Gli Amici di Itinerari e Sapori su Facebook

Sei nell' Itinerario Valceresio Itinerario Valceresio




Cerca nel sito

Created by Zerboni.com



Newsletter

ISCRIVITI


Forum Il Parlatoio - Itinerari e Sapori


Italia Foodball Club












Alberghi, ristoranti, produttori e rivenditori di prodotti tipici, agriturismo in Italia
Attività segnalate in Italia