EMAIL  

MENU

X
HOME
Itinerari in provincia di Varese
Eventi in Varese e provincia
Provincia di Varese
Comuni della provincia di Varese
Ricette di piatti tipici varesini
Gastronomia vicentina

Azzate

La fortunata posizione geografica di Azzate consente al visitatore di godere del panorama offerto dalla natura circostante, tra cui lo specchio d'acqua sul quale il paese si affaccia, ovvero il Lago di Varese

Informazioni generali:

Regione:
Lombardia
Provincia:
Varese
Distanza da Varese:
7 km
Cap:
21022
Prefisso:
0332
Indirizzo Municipio:
Via Castellani, 1
Altitudine:
332 m s.l.m.
Latitudine:
45.781107
Longitudine:
8.796509
Tel / Fax:
0332 456311
Email:
infoazzate@comune.azzate.va.it
Patrono:
Santa Maria Nascente
Sito internet:
Frazioni:
Castello, Erbamolle, Vegonno, Rione La Prussia, Roncasnino
Ambulanza:
Azzate - Via R. Colli, 30 - Tel, 0332 890244
Vigili del fuoco:
Varese - Via Legnani, 8 - Tel. 0332 293511
Carabinieri:
Azzate - Via delle Peschiere - 0332 459102
Polizia locale:
Azzate - Via Acquadro, 2 - 0332-459877
Tempo libero e svago:
1 - Teatro Castellani Via Acquardo - 21022 Azzate (VA) http://www.cinemacastellani.it/ 2- Palestra Comunale - Via Castellani
Eventi e sagre:
Mercatino dell’usato: ogni ultima domenica del mese
Meteo Azzate



Cenni storici di Azzate Clicca quì





Parrocchiale di Santa Maria
L’aspetto odierno della chiesa si deve ai lavori eseguiti nel 1853, in cui vennero costruite la facciata in stile neogotico e le navate laterali, apporti architettonici questi che ampliarono le dimensioni dell’edificio precedente, limitate alla sola navata centrale. La chiesa custodisce al suo interno numerosi elementi artistici di pregio, tra cui le effigi di San Benigno e di Sant’Asperto. Di quest’ultima vi è anche menzione all’interno di alcuni documenti d’archivio del 1224 attestanti la potestà del Rettore della chiesa nell’esercitare i diritti parrocchiali con il titolo di arciprete. Altri dipinti sono l’opera di Callisto Piazza da Lodi, del 1542, rappresentante lo Sposalizio di Santa Caterina. Del 1521–22 è invece una tela raffigurante la Deposizione di Cristo, attribuibile, ma senza certezze, ad Hans Holbein. Il Morazzone infine dipinse nel 1646 le cappelle di San Carlo Borromeo e della Madonna del Rosario. Antico è anche il coro, costruito nel 1607, secondo quanto attesta un’iscrizione presente sulla balaustra dell’altare maggiore.
 Il castello
Azzate, così come molti altri borghi del Varesotto, conobbe un buon sviluppo sotto la signoria dei Visconti.
E proprio grazie ad un’alleanza con essi, la casata dei Bossi, che risiedeva nel paese almeno dalla metà del XIII secolo, divenne feudataria del contado nel XIV secolo.
I Bossi dimoravano in diverse parti di Azzate, ma il ramo principale risiedeva nel Castello, costruito attorno al 1300 e abitato da questa famiglia sino al 1657, anno in cui il feudo venne diviso e Azzate passò di mano agli Alfieri.
Oggi il castello è costituito di tre parti: l’edificio tardo medioevale, chiamato Corte del Barbè, ovvero la struttura originaria a cui venne aggiunta la villa settecentesca, detta anche Villa Zampolli; la terza parte è infine l’oratorio di San Lorenzo.
Gli altri edifici sono la corte, le filande, le abitazioni dei contadini, i fienili e le stalle, strutture che ben descrivono la destinazione duale del castello, quella abitativa e quella relativa all’attività agricola.
Il Castello venne poi acquistato nel 1810 da Lorenzo Obicini, mentre ora è di proprietà della famiglia Zampolli. Nel 1657 Azzate entrò nel feudo degli Alfieri e, due anni dopo, uno di essi, Giacomo Maria, venne investito del titolo di conte da parte di Filippo IV.
Però, nel 1712, a causa della mancanza di discendenti maschi primogeniti il feudo, che comprendeva anche Dobbiate, passò a Giulio Antonio Bianconi.
Questi però fece una brutta fine, ovvero fu condannato a morte nel 1747, e del feudo prese possesso Giovanni Paolo Mollo, dopo essere stato investito del titolo di marchese il 15 marzo del 1751, da parte dell’imperatrice Maria Teresa.
 
 
Santuario Madonnina del lago
È un santuario oggetto di venerazione da lunghissimo tempo, restaurato e ampliato nel 1894 e nel 1904.
In questa data si ebbe il cinquantesimo anniversario della proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione, e per l’evento venne aggiunta una grotta di Lourdes.
Nel 1954, ovvero nel centenario di questa ricorrenza, venne costruito l’altare che oggi è possibile ammirare.

8 Immagini

azzate castello mod
azzate lago darsena
azzate mod
azzate lago pista ciclabile
azzate panorami5 mod
azzate panorami7 mod
azzate parrocchiale mod
azzate santuario madonnina del lago2 mod

Forse potrebbe interessarti anche:

Pista ciclabile lago di Varese

Pista ciclabile lago di Varese

Pista ciclabile lungo il perimetro del lago di Varese

Itinerario Lago di Varese

Itinerario Lago di Varese

Percorso attorno al Lago di Varese: Schiranna, Calcinate del Pesce, Gavirate, Bardello, Biandronno, Cazzago Brabbia, Bodio Lomnago,...

Azzate: cenni storici

Azzate: cenni storici

La fortunata posizione geografica di Azzate consente al visitatore di godere del panorama offerto dalla natura circostante, tra cui lo...

CONTATTI:

Email: info@itinerariesapori.it

TRASPARENZA E PRIVACY:

Cookie Policy

Privacy Policy

SEGUICI SUI SOCIAL:

Itinerari e Sapori e' un progetto ideato, gestito e promosso da:
FL di Luca Marchioro e C. s.a.s., Via Rione Cattaneo Inferiore n.20 - Cap: 21040 - Carnago (Va) (Italia)
C.C.I.A.A. di Varese n. 301455; P.iva/C.F. 02568490136

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner,
scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformitá alla nostra Cookie Policy e Privacy Policy.