EMAIL  

MENU

X
HOME
Itinerari in provincia di Varese
Eventi in Varese e provincia
Provincia di Varese
Comuni della provincia di Varese
Ricette di piatti tipici varesini
Gastronomia vicentina

Ferno

Il comune sorge sulle rive del torrente Arno, in prossimità della brughiera di Gallarate, nella zona meridionale del Parco del Ticino compresa nel territorio della provincia di Varese.

Informazioni generali:

Regione:
Lombardia
Provincia:
Varese
Distanza da Varese:
26 km
Cap:
21010
Prefisso:
0331
Indirizzo Municipio:
Via Aldo Moro, 3
Altitudine:
211 m s.l.m.
Latitudine:
45.611642
Longitudine:
8.758926
Tel / Fax:
Tel. 0331 242211- Fax 0331 726110
Email:
comune@ferno.legalmailpa.it
Patrono:
San Martino
Sito internet:
Frazioni:
San Macario
Ambulanza:
Vanzaghello (MI) - Via Giacomo Matteotti, 9 - Tel. 0331 658769
Vigili del fuoco:
Ferno - Via Santa Maria, 78 - Tel. 0331 241653
Carabinieri:
Lonate Pozzolo - Via Repossi, 44 - Tel. 0331 668055
Polizia locale:
Ferno - Tel. 0331 242238
Tempo libero e svago:
Campo sportivo: Via Aldo Moro, 3
Eventi e sagre:
Mercato rionale: mercoledì - Centro

 

 

Meteo Ferno





Cenni storici


Fonte: I testi sono tratti da:

Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
Casa editrice: Edizioni Del Drago
Anno di pubblicazione:  Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.


 

Il comune sorge sulle rive del torrente Arno, in prossimità della brughiera di Gallarate, nella zona meridionale del Parco del Ticino compresa nel territorio della provincia di Varese. È ancora irrisolta la questione della derivazione di Ferno dal nome locale toscano Ferna o da un nome romano, ma anche se le diverse teorie sull’origine del nome del comune non concordano tra di loro, gli studi che sono stati condotti sulla toponomastica hanno consentito di accertare alcune circostanze relative al periodo delle invasioni longobarde, quando a Ferno abitavano popolazioni di stirpe romana che, intorno al 569, si erano rifugiate sui monti e in luoghi fortificati come l’Isola Comacina.
Con l’avvento dei Franchi, che permettevano loro di vivere secondo la legge romana, gli antichi abitanti di Ferno ritornarono stabilmente al proprio paese e vendettero, nel 992, anche i possedimenti dell’Isola Comacina.
Sin dalla fine del XIII secolo, nel Liber Notitiae Sanctorum Mediolani di Goffredo da Busserò , vengono citate due tra le chiese più importanti esistenti a Ferno, cioè quella di San Martino e quella di Santa Maria, mentre la chiesa di Sant’Antonio compare nella Notitia Cleri Mediolanensis de anno 1398. Tra tutte le costruzioni sacre di Ferno, un posto di rilievo merita la chiesa di Santa Maria.
Chiesa di Sant’Antonio
Compare nella Notitia Cleri Mediolanensis de anno 1398 ed ancor prima, nel 1383, in un documento che attesta l'istituzione da parte di don Francesco Brusatori di un beneficio ecclesiastico perpetuo.
La chiesa di Sant’Antonio divenne parrocchiale solo in seguito, pur essendo incerto il motivo e il momento preciso, databile comunque tra il 1558 e il 1757.
Chiesa di San Martino
Ora funge solo da oratorio, alla nuova parrocchia che in precedenza era nominata solo come "cappella".

Chiesa di Santa Maria
Di dimensioni ridotte e posta alla periferia del paese. Al suo interno vi sono affreschi del XII e del XV secolo, questi ultimi attribuiti a Petrolio di Varese e a suo figlio Tommaso.

Le terre di Ferno, oltre che alle cappelle e alle chiese del luogo, appartenevano anche ad alcuni possidenti, tra i quali ci è documentato, verso la metà del XV secolo, uno Zanotto Visconti che chiede la restituzione di alcuni terreni del fratello espropriati dal Duca di Milano.
Le risorse del comune di Ferno erano costituite in prevalenza dai prodotti della terra, che sfamavano una popolazione di 153 famiglie, in tutto 797 persone, secondo un censimento del 1656, stilato in occasione della vendita del feudo di Gallarate dagli Altemps ai fratelli Tobaldo e Galeazze Visconti di Cislago.
Attualmente, la popolazione è triplicata rispetto all’800, grazie anche all’insediamento di alcune industrie, soprattutto tessili e delle confezioni, e di fabbriche nel settore dell’arredamento, della meccanica…e dall’ampliamento dell’aeroporto di Malpensa 2000.

3 Immagini

ferno aeroporto malpensa
ferno chiesa san martino
ferno chiesa sant antonio

Forse potrebbe interessarti anche:

Itinerario Malpensa

Itinerario Malpensa

Le località attorno all'aeroporto di Malpensa: Cardano al Campo, Casorate Sempione, Ferno, Gallarate, Lonate Pozzolo, Samarate, Somma...

Itinerari in provincia di Varese

Itinerari in provincia di Varese

Turismo in provincia di Varese: territorio, arte, cultura, prodotti tipici, ristoranti tipici, pernottamento, eventi

Comuni della provincia di Varese

Comuni della provincia di Varese

Elenco dei Comuni della Provincia di Varese: territorio, cenni storici, gallerie fotografiche, eventi

CONTATTI:

Email: info@itinerariesapori.it

TRASPARENZA E PRIVACY:

Cookie Policy

Privacy Policy

SEGUICI SUI SOCIAL:

Itinerari e Sapori e' un progetto ideato, gestito e promosso da:
FL di Luca Marchioro e C. s.a.s., Via Rione Cattaneo Inferiore n.20 - Cap: 21040 - Carnago (Va) (Italia)
C.C.I.A.A. di Varese n. 301455; P.iva/C.F. 02568490136

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner,
scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformitá alla nostra Cookie Policy e Privacy Policy.