EMAIL  

MENU

X
HOME
Itinerari in provincia di Varese
Eventi in Varese e provincia
Provincia di Varese
Comuni della provincia di Varese
Ricette di piatti tipici varesini
Gastronomia vicentina

Gazzada - Schianno

Il comune, formato dai centri di Gazzada e da Schianno, si trova a confine con Lozza e facilmente raggiungibile dall'autostrada A8 Milano - Varese (uscita Gazzada).

Informazioni generali:

Regione:
Lombardia
Provincia:
Varese
Distanza da Varese:
5 km
Cap:
210245
Prefisso:
0332
Indirizzo Municipio:
Via Giacomo Matteotti, 13/A
Altitudine:
368 m s.l.m.
Latitudine:
45.783855
Longitudine:
8.826632
Tel / Fax:
0332 875111
Email:
comune.gazzadaschianno@secmail.it
Patrono:
Santa Croce
Sito internet:
Frazioni:
Schianno
Ambulanza:
Gazzada Schianno - Via Alessandro Manzoni, 14 - Tel. 0332 870353
Vigili del fuoco:
Varese - Via Stefano Legnani 8 - Tel 0332 293511
Carabinieri:
Azzate - Via delle Peschiere - 0332 459102
Polizia locale:
Gazzada Schianno - Via Giacomo Matteotti, 13/A -Tel. 0332 875150
Tempo libero e svago:
1- Campo sportivo: Via Manzoni, 5 2- Museo di Villa Cagnola Indirizzo: Centro Convegni Ospitalità Villa Cagnola, Via Cagnola 17/19 Gazzada Telefono: 0332 461304 – 873005 Orari: a richiesta solo per gruppi di almeno 10 persone dalle 8.00 alle 17.30 Entrata: E' gradito il contributo di € 5
Eventi e sagre:
Mercato rionale: venerdì - Via Stazione (Gazzada)

Meteo Gazzada Schianno



Autostrada:
A8 (uscita Gazzada)


Treno:
 ferrovie Rete Ferrovie Italia (Stazione Gazzada-Schianno)

 







 

 

Cenni storici



Fonte: I testi sono tratti da:

Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
Casa editrice: Edizioni Del Drago
Anno di pubblicazione:  Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.


 

Il comune, formato dai centri di Gazzada e da Schianno, si trova a confine con Lozza e facilmente raggiungibile dall’autostrada A8 Milano – Varese (uscita Gazzada).
I due paesi che danno il nome al comune condividono sin dall’antichità le proprie sorti poiché Schianno risulta essere un pago, cioè un importante centro abitato di epoca preromana a cui anche Gazzada era legato.
Il toponimo Gazzada non ha un’origine certa, anche se molte sono le ricerche e le supposizioni fatte a questo riguardo.
Per alcuni sembra che Gaza significhi “tesoro”, in accordo con una derivazione indoeuropea, ma, mentre secondo una radice celtica Gad indica “bosco”, ed altri ne affermano la concordanza con alcune voci germaniche come Gabragium, un’ipotesi meno filologicamente fondata da per probabile un’affinità del nome di Gazzada con il termine dialettale lombardo Gasg, che significa denaro e con il mesolcinese Gasgél, nome dato al recinto che raccoglie le bestie sui monti.
I più antichi documenti in cui il nome di Schianno viene citato sono transazioni, la prima delle quali stipulata nel 1069 tra il conte del Seprio, Rodolfo, con la moglie Imelda, e Pietro Sartoro di Varese, il quale acquista un campo e una vigna a Schianno.
Segue in ordine cronologico, nel 1088, una donazione di un campo nella localita' Unalda da parte dei fratelli Vidone e Alberto, con la madre Albana, alla chiesa di San Vittore in Varese.
In quel periodo, secondo il Liber Notitiae Sanctorum Mediolani, le chiese di Schianno dovevano essere tré, cioè San Martino, San Damiano e Santa Maria, cosa che conferma l’importanza che il luogo aveva mantenuto anche nel Medioevo.
È del 1488 un testamento di Antonio Ghiringhelli che, mentre fornisce i mezzi per la costruzione della prima chiesa a Gazzada, Santa Maria Assunta, dispone una distribuzione perpetua di beni di sostentamento ai poveri del luogo.
Mentre i rapporti con il borgo di Varese continuavano a essere frequenti, e nel 1507 si ha notizia di una donazione di due pezze di terreno site in Schianno fatta alla chiesa di San Vittore da un certo Gariardo, si attuava da parte del cardinale San Carlo Borromeo la separazione tra le chiese di Schianno e Gazzada con lo smembramento di quest’ultima e l’erezione della parrocchia presso la chiesa di San Bernardino nel 1569.
I fedeli di Gazzada potevano così avere un luogo di culto dove adempiere al precetto festivo senza dovere spostarsi fino alla chiesa di San Giorgio a Schianno.
Nel 1598 a Gazzada sorse la nuova parrocchiale, più ampia, dedicata all’Esaltazione della Santa Croce.
Gazzada ottenne, in seguito, un nuovo imponente edificio che divenne sede del Municipio e della scuola, costruito nel 1913.
Grazie ai contributi della nobile famiglia dei Cagnola di Gazzada arricchì il paese, ma il monumento più importante rimane la Villa Cagnola risalente, con il suo parco, al XVIII secolo ed ora sede di una biblioteca immensa, casa di ritiri, esercizi, convegni.
Nel XX secolo, l’economia agricola si è trasformata in industriale, grazie alle prime fabbriche tessili e all’apporto fondamentale fornito dalla ferrovia.
Si distinguono, oltre al tessile, i settori elettromeccanico e meccanico e delle materie plastiche.

1 Immagini

gazzada santa maria assunta

Forse potrebbe interessarti anche:

Itinerario Rile - Tenore - Olona

Itinerario Rile - Tenore - Olona

Percorso delle località attraversate da questi fiumi: Carnago, Caronno Varesino, Castelseprio, Gazzada - Schianno, Lonate Ceppino

Itinerari in provincia di Varese

Itinerari in provincia di Varese

Turismo in provincia di Varese: territorio, arte, cultura, prodotti tipici, ristoranti tipici, pernottamento, eventi

Comuni della provincia di Varese

Comuni della provincia di Varese

Elenco dei Comuni della Provincia di Varese: territorio, cenni storici, gallerie fotografiche, eventi

Contatti

Contatti

Contatta la nostra azienda

CONTATTI:

Email: info@itinerariesapori.it

TRASPARENZA E PRIVACY:

Cookie Policy

Privacy Policy

SEGUICI SUI SOCIAL:

Itinerari e Sapori e' un progetto ideato, gestito e promosso da:
FL di Luca Marchioro e C. s.a.s., Via Rione Cattaneo Inferiore n.20 - Cap: 21040 - Carnago (Va) (Italia)
C.C.I.A.A. di Varese n. 301455; P.iva/C.F. 02568490136

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner,
scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformitá alla nostra Cookie Policy e Privacy Policy.